Autovelox sul Viadotto dell’Indiano

Firenze, 3 Febbraio 2009

INTERROGAZIONE

Oggetto: Autovelox sul Viadotto dell’Indiano

Il sottoscritto Consigliere di Quartiere,

• Considerato che il limite di velocita’ sul Viadotto dell’Indiano e’ di soli 40Km/h ormai da anni, e che sono stati installati addirittura due autovelox, uno per ciascuna direzione di Marcia, che controllano tale limite;
• Considerato inoltre che i cittadini sono sempre piu’ preoccupati perche’ pare che tale limite di velocita’ sia dovuto a problemi strutturali dello stesso Viadotto;
• Ritenuto infine che gli autovelox ed in generale le sanzioni amministrative relative infrazioni stradali dovrebbero essere predisposte per disincentivare comportamenti scorretti degli automobilisti e non per fare cassa
• Preso atto che gia’ il sottoscritto sollevava il problema con una interrogazione quasi un anno fa’ (e che da allora nulla è cambiato) la cui risposta lasciava alcune perplessità e di cui riporto il testo integrale:
<>
I perplessità: la sede stradale sul viadotto risulta al contrario di una qualità estremamente superiore rispetto alla media cittadina e non vi sembrano sussistere particolari problemi di “sconnessioni”; II perplessità: non è intenzione dello scrivente criticare la disposizione degli autovelox, è invece intenzione dello scrivente criticare un limite di velocita’ cosi’ basso e protratto per cosi’ tanto tempo a causa di una situazione contingente senza che nel frattempo vengano presi adeguati provvedimenti; III perplessità: i problemi del viadotto, se sono così gravi da imporre un limite di velocità così basso, non dovrebbero forse essere risolti al più presto?

INTERROGA IL PRESIDENTE DEL CdiQ PER SAPERE

1) Se “il deterioramento dei giunti di congiunzione” può comportare problemi strutturali per lo stesso Viadotto e quando e’ prevista la loro manutenzione;
2) Quali sono i motivi per cui tale situazione si è protratta a lungo nel tempo senza che alcuno abbia preso provvedimenti in merito a fronte di problemi del viadotto così gravi da imporre un limite di velocità così basso;
3) Se in ogni strada che presenta disconnessioni gravi e pericolose al manto stradale l’Amministrazione ha intenzione di porre Autovelox con bassissimi limiti di velocità invece di effettuare la necessaria manutenzione;
4) Quante multe sono state elevate da questi autovelox nell’anno passato.

Simone Billi
Consigliere di FI verso il Popolo della Libertà

Questa voce è stata pubblicata in Atti in consiglio e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.